Seguici su Twitter Seguici su Facebook Seguici su Linkedin
info@studiolegalebarboni.it   |   tel: 02.5455681   |   fax: 02.55195362

Stato della persona e diritti della personalità

Corte di Cassazione Terza Sezione Civile - Sentenza n. 1874 del 28 gennaio 2013
 

Diritto della personalità e dell'integrità fisica. Copettura assicurative della struttura sanitaria.

La decisione riguarda una questione molto delicata. I giudici della Suprema Corte hanno affermato che l’obbligo di stipulare una garanzia assicurativa rientra tra gli elementi essenziali del contratto di espianto di rene, le cui peculiarità risiedono nella gratuità e nella necessità di un’assoluta protezione del donatore, e che tale obbligo è attuale indipendentemente dall’entrata in vigore del regolamento di attuazione della legge n. 458/1967. Si legge nella sentenza che "il diritto del donatore a revocare il suo consenso alla donazione esercitabile anche poco prima dell'intervento, e legislativamente previsto, è emblematico della sovranità attribuita dalla legge alla sua autodeterminazione libera e consapevole circa l'esercizio del diritto all'integrità psicofisica del disporre del suo corpo".

 

Tribunale di Cagliari, sez. civile, decreto del 10-15 giugno 2010.

Amministratore di sostegno di un incapace.

L’amministratore di sostegno di un soggetto incapace può chiedere di di farsi autorizzare dal Giudice Tutelare a presentare ricorso per la separazione personale dell’incapace dal suo coniuge.
E’ necessaria la valutazione giudiziale da parte ndel Giudice Tutelare che accerti in concreto la corrispondenza quanto chiesto dall’amministratore e l’esatta volontà manifestata dal soggetto mentre era in condizioni di piena capacità.

 

Corte Europea dei Diritti dell'Uomo di Strasburgo

La Corte Europea dei Diritti dell'Uomo è un organismo con peculiarità uniche nella storia del diritto internazionale. Istituita nel 1959 in seno al Consiglio d'Europa, e divenuta organo permanente con l'entrata in vigore del Protocollo XI nel 1998, la Corte di Strasburgo ha competenza esclusiva a conoscere dei ricorsi Individuali presentati a norma dell'art. 34 della Convenzione Europea dei Diritti dell'Uomo.
Scopo della Corte è di garantire l'effettività e l'efficacia della tutela dei diritti umani e delle libertà fondamentali negli Stati facenti parte del Consiglio d'Europa; in questa direzione, in oltre 60 anni di attività ha dato un contributo fondamentale nel modellamento e nell'armonizzazione degli ordinamenti giuridici europei. La Corte Europea ha notevolmente ampliato il catalogo dei diritti umani fondamentali tutelati dalla Convenzione, arrivando a ricomprendervi fattispecie nemmeno ipotizzabili al tempo della originaria stesura.

Convenzione Europea dei Diritti dell'Uomo - Articolo 1 - Obbligo di rispettare i diritti dell'uomo
Le Alte Parti contraenti riconoscono a ogni persona sottoposta alla loro giurisdizione i diritti e le libertà enunciati nel Titolo primo della presente Convenzione.

Pronuncia significativa (Hirsi Jamaa ed altri c. Italia)

Costituisce violazione degli articoli 3 e 13 della Convenzione e dell’art. 4 del Protocollo n. 4, il respingimento in acque internazionali da parte delle autorità italiane, non preceduto dall’accertamento sull’identità e sui diritti di ogni singolo individuo, di “migranti misti” provenienti dalla Libia.

TORNA SU

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies, per ulteriori informazioni clicca qui. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.

Ok